"Idea innovativa, taaac, ed è subito startup"

Tags: morite male

needforcolor:

[Miseria e nobiltà, reg. Mario Mattoli, 1954]

needforcolor:

[Miseria e nobiltà, reg. Mario Mattoli, 1954]

e l’invidia dell’uomo bianco…

e l’invidia dell’uomo bianco…

Ma il fatto che tumblr mi consigli unicamente blog tipo: laragazzaconlapucchiaccacoloredelcielo o mihaischifatomaiotiamavotanto onestamente, che tipo di offesa è?

fettuccine-alfredo:

Ci lasciamo assorbire dal lavoro, dalla frenesia e dalle scadenze e poi rischiamo di dimenticarci delle cose veramente importanti: consegnare la formazione del fantacalcio.

Ho fatto l’errore di scaricare Runtastic. Ora ogni giorno mi arriva una mail motivazionale che non devo smettere mai vai non fermarti mai (cit.).

Se volevo un personal trainer cacacazz mi portavo il sergente maggiore Hartman vostro capo istruttore.

- “Allora, come ti trovi con iOS 8?”

- “Mah, sinceramente preferisco quando stai sopra.”

Tags: iOS 8 tusopra

Sono andato a un corso di pilates. Ho chiesto all’istruttore di aiutarmi a ritrovare la forma fisica e pure quella mentale.

Mi ha risposto che non gliene frega nulla, lui se ne lava le mani.

Il suo nome era Ponzio Pilates.

Anonimo ha chiesto: di dove sei?

Vuoi unirti al Fart Club?

Mentre sfogliavo il catalogo Ikea cercando soluzioni versatili per il vivere moderno, mi si è palesata davanti una figura simile a quella di Alvaro Vitali, che mi ha sfilato il catalogo dalle mani e ha detto: “aò, le cose che possiedi, alla fine te posseggono”. Come un’illuminazione, capisco quanto mi stava succedendo e chiedo: “scusa, ma perché non c’è Brad Pitt?” e lui: “eh, sta mpegnato col matrimonio, comunque manco tu assomigli a Edward Norton”. Ne scaturì un’accesa lite, ma non una scazzottata, prevalentemente ci si prendeva a scuregge in faccia. Non vinse nessuno, ma cademmo entrambi a terra, esausti, come se ci fossimo liberati di tanti piccoli pesi. Allora la cosa divenne un’abitudine, e piano piano si aggiunsero anche altre persone che non avevamo mai incontrato prima. Oltre al semplice combattimento iniziarono a crearsi gare stilistiche di peto, divise in tre categorie: Alfonso, Pasquale e Robertobracco. Ci riunivamo in uno squallido scantinato. Come ogni sera Alvaro era lì, a petto nudo e con in un mano un piatto di pasta e fagioli fumante. Posò il piatto e richiamò l’attenzione dei presenti: “aò, questo se chiama Fart Clebb, in pratica, facciamo a gara de scuregge ahahahah”. 

voglio un mondo all’altezza delle dupalle che m’avete fatto venire.

Alessandro Check-in Pavone

Alessandro Check-in Pavone

Tags: flavia vento

Lunedì primo settembre è un po’ come martellate in testa e calci nei coglioni

"Che poi, diciamocelo, a cosa serve un culo sodo? Dovunque ti siedi stai scomodo…"

— Natalino Balasso